BackBackMenuCloseClosePlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

LIMONI LIMONI LIMONI LIMONI LIMONI

il nuovo spettacolo di Bottega Rosenguild

About the project

COSA SONO QUESTI LIMONI?

Ogni civiltà è fondata sul linguaggio.
Il livello di crescita di una società si misura con la complessità della sua lingua.
La democrazia liberale, la più evoluta forma di governo di una società, dovrebbe basarsi sulla libertà di espressione. Le parole con cui interagiamo sono lo specchio della nostra cultura e della nostra libertà.
Ammesso che sia cosí...cosa succederebbe se una legge riducesse il numero di parole che ognuno di noi può usare al giorno? E se fossero solo 140?

Una giovane coppia, Bernadette ed Oliver, ci racconteranno il tentativo in questa obbligata carestia verbale di trovare una nuova lingua su cui fondare e difendere il loro rapporto, all’interno di un mondo in cui non è solo la loro storia ad essere a rischio, ma la democrazia stessa.

*************

Il testo, scritto dal giovane drammaturgo britannico Sam Steiner, ha debuttato al Festival di Edimburgo due anni fa, ottenendo un buonissimo successo di pubblico e critica. La stampa inglese l’ha accolto definendolo acuto e tagliente - the Guardian;  ironico e fresco- thestage.co.uk; intenso e intelligente - ayoungertheatre.com;una superba drammaturgia - timeout.com

La versione italiana, prodotta da Bottega Rosenguild, vede alla regia Alessandro Tedeschi, mentre i due protagonisti sono interpretati da Loris Fabiani e Elisa Benedetta Marinoni.
Lo spettacolo ha debuttato al Teatro Belli di Roma il 14 novembre 2017 in anteprima nazionale a TREND - Nuove frontiere della scena britannica, festival diretto da Rodolfo di Giammarco. 

Lo spettacolo riprenderà dall'estate 2018 in poi.
Ovviamente i premi per i sostenitori che prevedono biglietti per lo spettacolo sono estesi fino al 2019!

....PER ORA DICONO DI NOI 

Spettacolo intelligente, ben scritto e significativo (..) ottima e umanissima interpretazione di Loris Fabiani ed Elisa Benedetta Marinoni • Cristian Pandolfino - tempimoderni.net

Due attori irresistibili • Andrea Pocosgnich - teatroecritica.net

Una storia costruita tramite una regia che fonde momenti di intensità ad altri di piacevole ironia, in cui la leggerezza sposa la riflessione • Maresa Palmacci - cheteatrochefa-repubblica.it

Loris Fabiani ed Elisa Benedetta Marinoni si spendono incessantemente (...) assecondando la regia di Alessandro Tedeschi che conferisce un sapiente senso del ritmo • Tania Turnaturi - teatrionline.com

Geniale pezzo di teatro di Sam Steiner (...) bravissimi i due protagonisti • Fabiana Dantinelli - fermataspettacolo.it

Limoni Limoni Limoni Limoni Limoni si lascia così guardare con intensità rimanendo impresso nella nostra mente come un pugno allo stomaco • Annalisa Civitelli - brainstormingculturale.wordpress.com 


Per la locandina abbiamo coinvolto l'artista Silvia Trappa, la cui poetica, che verte su soggetti presi dal mondo quotidiano, scelti per il modo ed il ritmo differente con il quale abitano il nostro tempo, ci è sembrata da subito in grado di catturare lo spirito del testo. Le ricompense che includono la shopper di tela (stampata manualmente, quindi ogni pezzo sarà differente dagli altri) e la stampa numerata sono basate sull'illustrazione che Silvia sta creando ad hoc per lo spettacolo.

What are the funds for?

"Limoni limoni limoni limoni limoni" è completamente finanziato da Bottega Rosenguild che, per la prima volta, non crea una co-produzione ma gestisce il progetto in piena autonomia.

Con il vostro supporto avremo la possibilità di corpire alcune delle spese di produzione già sostenute, e se raggiungeremo l'obiettivo, sarà un importante contributo. Nello specifico, le spese che verranno coperte saranno le seguenti:

  • spese di costumi e attrezzeria di scena
  • compenso costumista
  • fonica e illuminotecnica
  • acquisto dei diritti di rappresentazione del testo
  • spese di promozione e ufficio stampa
  • premi per i sostenitori
  • commissione di Ulule

Nel caso dovessimo superare l’obiettivo vi terremo informati sull’utilizzo dei fondi, come le spese di viaggio, commercialista e agibilità, compenso degli interpreti e del regista ecc.

About the project owner

Bottega Rosenguild nasce da un’idea di Elisa Benedetta Marinoni e fin dalla sua fondazione sceglie la via della drammaturgia contemporanea.
"Histoire d'A - uccidili tutti” vince il Premio ETI Nuove Sensibilità 2010/2011, successivamente Bottega Rosenguild partecipa alla produzione, insieme a Teatro Stabile delle Marche, AMAT e Pierfrancesco Pisani, di "Fedra - rivista a tranci" di Andrea Cosentino. L’anno successivo nasce lo spettacolo "Le Beatrici", scritto da Stefano Benni, con il sostegno del Festival dei Due Mondi di Spoleto dove lo spettacolo debutta nell'estate 2012. Nel 2014 il percorso prosegue con "Tre Desideri", dell'autore e attore inglese Ben Moor (fino a quel momento inedito in Italia), che partecipa al progetto in veste di supervisore artistico. Lo spettacolo ha vinto il Premio delle Arti Lidia Anita Petroni 2014 all’interno del Festival delle Nuove Creatività Lombarde. Con Progetto ANATRA, sviluppato nel 2015, Bottega Rosenguild ha vinto il bando fUNDER35 di Fondazione Cariplo. Nello stesso anno è stato prodotto insieme a Teatrino dei Fondi un nuovo testo di Michele Santeramo "Scene di interni dopo il disgregamento dell'Unione Europea", che vede alla regia Michele Sinisi. Nel 2016 arriva la seconda collaborazione con Stefano Benni che scrive “Pecore Nere”. Lo spettacolo, diretto da Alessandro Tedeschi, debutta al Mittelfest. Nel 2017 nasce “Limoni Limoni Limoni Limoni Limoni” di Sam Steiner, giovane drammaturgo britannico. Anche nel caso di questo autore, i suoi testi non sono mai stati rappresentati in Italia. Lo spettacolo debutterà a novembre a Roma, nel festival TREND - Nuove frontiere della scena britannica.

www.bottegarosenguild.it

Facebook

Youtube

Instagram