BackBackMenuCloseClosePlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Giufà's Clothes

multicultural costume-design project for the original play 'In Giufà's shoes'

  • I panni dismessi si preparano per altre mete...

    Grazie a tutti coloro che sono venuti a trovarci e hanno così potuto ritirare le ricompense e toccare con mano i panni di Giufà.

    Per tutti gli altri, adesso che siamo un po' più liberi, invieremo le cartoline e i segnalibri (a seconda della scelta) agli indirizzi che ci avete dato.

    Grazie per questo viaggio.....e non finisce qui!

  • I Panni di Giufà vanno in scena

    Per gli amici vicini e per quelli lontani che non possono venire a viaggiare con noi, ecco una galleria di alcuni pezzi dei Panni di Giufà che vanno in scena al Castello di Sarteano. 

    Per tutti gli altri: ci vediamo da Mercoledì a Domenica, le scarpe ce le avete?

    Foto di Maria Luisa Mazziotti 

     

     

  • Viaggiando...

    Siamo vicini all'inizio del viaggio di Giufà al Castello di Sarteano.

    In questi giorni, dal raggiungimento dell'obiettivo, ci siamo messi a lavorare alle ricompense rigorosamente fatte a mano e abbiamo scelto le creazioni di CruneLab per i costumi dello spettacolo (fasce, cinture, casacche, stoffe, collane) .

    Vittoria, Nicolette e Roberta hanno pensato ai modelli delle creazioni originali e scelto i pattern più adatti. Roberta, sarta e costumista dell'Accademia, grazie al vostro sostegno effettuerà un laboratorio/scuola per i ragazzi insegnandogli le basi del costume teatrale. Vittoria, costumista, intanto scenografa le creazioni per renderle adatte ai personaggi dell'opera e cerca gli altri costumi per gli attori.

    I fondi sono usati per trucchi, attrezzeria, rimborsi spese, creazioni originali e costumi necessari per esigenze di copione.

    Vi aspettiamo al Castello, mettetevi le scarpe e cominciamo a camminare...

     

     

  • GRAZIE A TUTTI

    Grazie a voi siamo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo, una cifra molto importante per noi!

    Forse all'inizio nemmeno ci credevamo poi tanto ma ci avete dato fiducia e motivazione; quindi ci mettiamo subito a lavoro perchè il tempo stringe e intanto vi regaliamo una storia di Giufà tutta per voi:

    Si racconta che Giufà una volta andò in una masseria per mangiare qualcosa.

    I proprietari del posto appena lo videro sporco e con abiti consunti lo cacciarono via. 

    Giufà raccontò tutto alla madre la quale gli preparò una bella camicia, un paio di calzoni e un gilet di velluto. 

    Giufà, vestito di tutto punto, ritornò nella stessa masseria e non immaginate che grandi cerimonie! 

    Lo invitarono a tavola e tutti continuavano a fargli i complimenti. 

    Quando gli servirono le pietanze iniziò a mangiare. 

    Con una mano si riempiva la pancia, con l’altra mano, ciò che avanzava, se lo riponeva nelle tasche, nel berretto, sotto la camicia. 

    Ad ogni cosa che conservava, diceva: 

    “Mangiate, vestitucci miei, che voialtri siete stati invitati non io”.

    I vestitucci di Giufà, le costumiste, i collaboratori, la Compagnia degli Arrischianti e CruneLab, ringraziano chi ha creduto in noi!

    STAY TUNED!

  • Meno Quattro!

    Manca poco ma vogliamo essere positivi....tiriamo fuori la tavolozza e iniziamo a decorare i panni del Sultano.....