BackBackMenuClosePlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Valentina Poli

atelierelianto VENEZIA

Valentina Poli è nata a Venezia, dopo il diploma in lingue e turismo ha frequentato l'Università Ca' Foscari. Durante i suoi studi ha costruito un personale percorso di ricerca artistica: partendo dallo studio pratico e teorico della danza orientale studia anche psicologia teatrale per ragazzi con il Professor Presotto della Compagnia Piccionaia e altre forme di espressività artistica per sviluppare il proprio linguaggio. Investiga diverse metodologie di insegnamento delle arti iniziando presso il CTR, Centro di Ricerca Teatrale di Venezia, e numerosi stage, quali Danza contemporanea con Caroline Carlson, Clownerie con il clown brasiliano André Casaca; Danza Indiana con Anusha Subramanyam; Circo , commedia dell'arte e uso della maschera la compagnia Pantakin , Teatro sperimentale con con il Gruppo Gibus di Vladimira Cantoni al DAMS di Bologna l'hanno portata a intrecciare esperienze e ad approfondire le proprie capacità di performer. Specializzatasi nella danza orientale insegna e si esibisce in numerosi festival di strada e nel 2005 crea, con alcuni collaboratori riuniti in gruppo informale, Atelier Elianto, associazione culturale, di ricerca e collaborazione tra varie discipline del corpo/mente come il Tai-chi, la Capoeira Angola, la Danza Indiana e Medio-Orientale e il Teatro Sperimentale. Nel 2008 inizia personalmente una collaborazione fruttuosa con Taal. Inc. , uno dei più conosciuti progetti di musicoterapia del Maharashtra, condotto dal Dottor Varun Venkit (Pune University) musicista del gruppo Agnee. Lavora con lui sulle sinestesie sensoriali e la percezione del corpo nello spazio, tra ritmo, movimento e colore, proponendo il workshop Come&Feel a Pune. Nello stesso anno lavora con la Compagnia Teatro per Caso e Officine del Sorriso a supporto dell'iniziativa di Teatro Sociale per i Bimbi di Child Rescue NGO in India in the El Shaddai Charitable Trust. Si laurea in antropologia culturale presso Ca' Foscari nel 2008 con una tesi etnografica di ricerca su The transfer of the knowledge in the traditional arts in Tamil Nadu, effettuando un periodo di studio con gli insegnanti della Kalakshetra Academy di Chennai nel Tamil Nadu. Dal 2010 studia oltre a specifiche tecniche di rilalissamento, l' insegnamento del fit-pilates, diventando operatore di tecniche bio-naturali in Toscana e istruttrice riconosciuta CSEN -brevetto nazionale; inizia un intenso periodo di lavoro presso strutture turistiche nazionali e internazionali come performer, coreografa e trainer. Nelle arti sceniche percorre i generi del musical, dell cabaret comico, del revival burlesque e il teatro di varietà, collaborando completamente alla costruzione degli spettacoli, dall'ideazione alla regia e dalla costumistica alla scenografia, ma affiancando alle attività di intrattenimento anche il proprio lavoro di mediatrice in laboratori per bambini e istruttrice. Nel 2012 vince una borsa di studio dall'Unione Europea per frequentare Università internazionale dell'arte e avvicinarsi alle tecniche pittoriche antiche. Attualmente supporta il Progetto Padiglione Tibet curato dal fotografo Ruggero Maggi come mediatrice culturale e visual anthropologist per la parte foundraising e con il rinnovato Atelier Elianto continua a proporre i propri laboratori, focalizzandosi sempre più nell'arte del riciclo, per stimolare le menti giovani alla rivisitazione dello scarto in chiave artistica per mezzo disemplici azioni creative di lettura e collage, che possono sfociare in eventi estemporanei, performance e installazioni collettive. Il suo ultimo lavoro è the Dreaming Land: una mostra /installazione di acquerelli e acrilici, che vuole indagare la percezione del reale, e il confine tra sogno e realtà, inacessibile all'adulto tanto quanto immediato e avvicinabile dal bambino.
Owl sad

No projects yet...

Discover projects