BackBackMenuCloseClosePlusPlusSearchUluleUluleUluleChatFacebookInstagramLinkedInTwitterYouTubefacebooktwitterB Corporation

Ardita Giambellino

Una squadra di calcio contro la gentrificazione

About the project

Per i pochi che ancora non lo sapessero, l'Ardita Giambellino è la squadra di calcio popolare dell'omonimo quartiere - di tutta Milano, probabilmente il più prossimo ad una massiccia gentrificazione.

Due parole in più per fare ordine: Il quartiere Giambellino

L' Ardita Giambellino è un progetto fondato da un gruppo di abitanti del quartiere, che da anni cercano di creare dei legami di lotta, per costruire una comunità solidale e opporsi, senza "sconti", alla gentrificazione. In quest'ottica è stata pensata la formazione di una squadra di calcio, un percorso autonomo finalizzato all'aggregazione attraverso la passione sportiva, e alla promozione dei valori dell'antisessismo, dell'antirazzismo e dell'antifascismo.

 

La concessione da parte del Comune di Milano di una struttura sportiva tramite bando, la creazione di una scuola calcio gratuita per i ragazzi del quartiere, l'organizzazione di eventi finalizzati all'educazione e al confronto attraverso lo sport, la messa a disposizione di uno spazio di socialità: questi sono i principali obiettivi materiali dell'Ardita, un progetto, come si è detto, che mira a diventare un punto di riferimento e il collante di una comunità al momento altamente disgregata. 

 

 

Breve storia dell'Ardita

Da queste intenzioni l'Ardita nasce dunque nella primavera 2014: mancando in partenza di ogni sostegno finanziario, la squadra si allena nel parchetto pubblico di via Strozzi (Milano), luogo in cui per un certo periodo riesce pure di allestire una piccola scuola calcio, gratuita e informale, per i ragazzi della zona.

Dopo due anni trascorsi tra alti e bassi, nell'autunno del 2016 l'Ardita decide di porre le basi per una crescita significativa; raccolti i capitali attraverso varie feste di autofinanziamento e tramite autotassazione, avendo ormai aggregato un sufficiente gruppo di calciatori e appassionati ed essendosi costituita in Associazione Sportiva Dilettantistica - la squadra riesce, dopo un anno di preparazione, ad abbandonare il parchetto di Strozzi, a noleggiare il campo della società Baggio 2, e ad iscriversi al campionato della federazione UISP per la stagione 2017-2018. 

Dal settembre 2017, dunque, l'Ardita si allena ogni martedì, dalle 20 alle 22, sul campo della Baggio 2 in via Olivieri 11 (Milano). Le partite di campionato si tengono il sabato o la domenica, a seconda delle necessità del calendario - quelle casalinghe, comunque, sempre la domenica mattina alle 9.30.

Sempre dal settembre 2017 è in fase di costituzione anche una squadra femminile, che si allena al momento (Dicembre 2017) condividendo gli spazi con la maschile. 

Nel corso di tutta la sua storia, oltre ad essere impegnata in prima persona sul campo di calcio, l'Ardita ha organizzato tornei di calcio per adulti e bambini del quartiere Giambellino. Nel novembre 2016, inoltre, ha ospitato tre giornate del Campionato Popolare, manifestazione calcistica e politica che riunisce più di 20 realtà sportive, unite dai comuni valori dell'antirazzismo, dell'antifascismo e dell'antisessismo. Il 17 dicembre 2017, nel centro sportivo Football City (piazza Tirana 17), tale evento si ripeterà.

 

 

Calcio popolare: cos'è sta roba.

Il suggestivo slogan "Il calcio è di chi lo ama", furbescamente adottato da qualche anno dalla Serie A Tim, starebbe molto meglio appiccicato ad un'ipotetica Lega dello Sport Popolare (per altro in fase costituzione proprio a Milano); l'idea alla base del calcio popolare è infatti che il calcio dovrebbe essere accessibile a tutti coloro che ne sono appassionati, siano essi calciatori o tifosi. Non è questo il luogo per illustrare le ragioni per cui nel calcio professionistico la passione, a tutti i livelli, sia subordinata (per non dire sottomessa) alle logiche economiche e del mercato. Basti cercare la risposta ad alcune domande: quanto costa andare allo stadio? Quando costa un abbonamento al satellite/digitale? Quanto costa mantenere una squadra di calcio?

 

 

Eh, quanto costa mantenere una squadra di calcio?

Rispondiamo solo a questa perché, da quest'anno, ci riguarda da vicino; iscriversi ad una federazione, noleggiare un campo per gli allenamenti e per le partite, tesserarsi ed effettuare la visita medica agonistica sono operazioni che, sommate, finiscono per costare diverse migliaia di euro, che ogni realtà del calcio popolare deve cercare di procurarsi attraverso benefit e piccole trovate commerciali di vario genere.

Poiché in fondo, in un modo o nell'altro, il vero fondamento su cui ogni squadra cerca di garantirsi la sopravvivenza sono i propri tifosi - per tale ragione, in conclusione, che vi chiediamo i soldi: per sostenere la stagione dell'A.S.D. Ardita Giambellino - per farci continuare a crescere, ad inseguire i nostri obiettivi, a lottare. Baci a tutti e saluti a casa.

What are the funds for?

I soldi ricavati saranno impiegati per sostenere le spese di iscrizione alla federazione UISP, noleggiare un campo per gli allenamenti e per le partite, tesserarsi ed effettuare la visita medica agonistica, costituire una scuola calcio per bambini ed acquistare il materiale sportivo necessario per poter affrontare la stagione 2017/18. Come obiettivo ideale di questa campagna di crowdfunding chiediamo ai nostri donatori di aiutarci a coprire le spese dell'iscrizione al campionato UISP. Step successivi saranno coperti nel caso in cui dovessimo riscuotere un successo eccezionale!

STEP 1: Iscrizione al campionato UISP: 1980€, da pagare in tre rate;
STEP 2: Noleggio del campo per allenamento settimanale: 160€ (considerando 30 settimane di allenamenti fanno 4800€);
STEP 3: Noleggio del campo per la partita, bisettimanale: 160€, per un totale di 1920€, considerando tutte le partite da disputare in casa;

[Dalla lista sono escluse tutte le spese concernenti l'allestimento di eventi non strettamente inerenti al campo quali cene, tornei, eventi politico-sportivi].

About the project owner

Mi chiamo Claudio Di Benedetto e, trascinato dai miei figli Bruno e Pietro, mi sono lasciato coinvolgere in questo progetto come tifoso e finanziatore. Sono un giornalista sportivo e, anche per questo, nella nostra famiglia allo sport è sempre stato riconosciuto un alto valore. Come ogni progetto nato dal basso, l'Ardita ha iniziato aggregando attorno a se persone già legate da vincoli famigliari e di amicizia preesistenti. Tuttavia con il passare del tempo, e soprattutto nell'ultimo periodo, il giro della squadra si sta allargando e ai vecchi amici vanno aggiungendosene via via sempre di nuovi. 

Un ruolo significativo nella promozione dell'Ardita Giambellino l'hanno avuto i social network, soprattutto la pagina Facebook, che permette ai tifosi arditi di altre città (ebbene sì, ne esistono) di seguire le vicende della squadra da lontano. Dalla primavera del 2017 esiste anche una pagina Instagram. 

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/arditagiambellino/

Pagina Instagram: https://www.instagram.com/arditagiambellino/

FAQ

If you still have an unanswered question, feel free to ask the project owner directly.

Ask your question Report this project